Salvare gli animali
di Giulia Corsini

Salvare gli animali

Il viaggio di una veterinaria per decifrare il mistero del rapporto uomo-animale

«I turni di notte in clinica veterinaria mi garantiscono parecchi giorni di riposo, che in genere passo sul divano, o a fare piccole gite fuori porta. E se invece li sfruttassi per visitare altri veterinari e scienziati che lavorano in giro per l’Italia e l’Europa cercando cosa rende l’uomo uomo, e cosa ci spinge a salvare gli animali? Qualunque cosa significhi “salvare gli animali”, cioè.»
Quanti bambini, a un certo punto, hanno sognato di diventare veterinari per “salvare gli animali”? Quasi tutti hanno poi preso altre strade, crescendo, ma non tutti: per esempio Giulia Corsini, che per lavoro, studio e passione ha frequentato gli ambienti molto diversi in cui veterinari e ricercatori operano, e ci accompagna così in un viaggio tra cliniche e giardini zoologici, riserve naturali e parchi cittadini, circhi e allevamenti. Ogni ambiente pone problemi pratici, etici e filosofici diversi: se lo scoiattolo grigio americano mette a repentaglio la sopravvivenza dello scoiattolo rosso europeo, che cosa bisogna fare? Si può salvaguardare il benessere animale anche in un allevamento da macellazione? Il boom degli animali da compagnia è solo un business che genera gatti stressati e cani depressi? E che cosa succederebbe davvero se chiudessimo tutti gli zoo e i circhi? Più in generale: siamo sicuri che le nostre idee comuni sugli animali, domestici o selvatici, corrispondano alla realtà? Nel corso del viaggio, non mancano naturalmente i veri e propri incontri con gli animali: un enorme elefante con le zanne ricoperte da placche metalliche; suini neri romagnoli salvati dall’estinzione (anche) da un pugno di allevatori; cani e gatti in quantità, ma anche ratti insospettabilmente affettuosi; pesci zebrati, bombi e api che sanno contare; l’ombra antica del lupo, che torna a dominare le montagne; cervi giapponesi che hanno invaso l’Inghilterra e gamberi di fiume che invece stanno scomparendo; pettirossi che scambiano un lampione per il sole; due femmine di orango che guardano le foto dal display di un cellulare… Alla fine di questo libro, rigoroso come un saggio e personale come un memoir, scopriremo che quell’idea infantile del veterinario non era poi così sbagliata: si tratta soltanto di capire che il rapporto tra uomini e animali è molto più complesso di quanto pensavamo, ricco di sfumature e contraddizioni. Ma se ci manteniamo liberi da schematismi e pregiudizi, se sappiamo metterci in discussione ogni volta, con le azioni e le idee possiamo ancora provare a Salvare gli animali

Giulia Corsini, veterinaria della notte presso un grande ospedale vicino a Cambridge, è esperta in medicina e chirurgia d’emergenza, e terapia intensiva veterinaria. Appassionata di scienza, nel tempo libero si dedica alla lettura, ai viaggi e al debunking scientifico, con l’obiettivo di sfatare miti sul mondo animale. In passato ha scritto per varie riviste e giornali, tra cui “The Vision” e “NeXtQuotidiano”, e ha collaborato con organizzazioni come Pro-Test Italia e Italia unita per la corretta informazione scientifica


€ 20,00
Amazon Mondadori Store IBS laFeltrinelli

Dello stesso autore

un-messaggio-per-garcia
di Agnese Codignola, Francesca Coin, Giulia Corsini, Ferdinando Cotugno, Gianluca Didino, Barbara Frale, Ludovica Lugli, Ilaria Mazzini, Emanuele Menietti, Guido Mori, Franco Palazzi, Claudia Pasquero, Paolo Pecere, Simone Pieranni, Daniele Zinni

Sta arrivando la fine del mondo?

15 punti di vista sulle paure e i rischi apocalittici del nostro presente

Potrebbero interessarti

un-messaggio-per-garcia
di Anna Ferrari

Dizionario di mitologia

un-messaggio-per-garcia
di Cathy O'Neil

L'era dell'umiliazione

Come le aziende, i social media e gli algoritmi alimentano la macchina della vergogna che ci domina
un-messaggio-per-garcia
di Kathryn Harkup

La vita segreta degli elementi

52 elementi chimici con una storia da raccontare
un-messaggio-per-garcia
di Beatrice Venezi

Le sorelle di Mozart

Storie di interpreti dimenticate, compositrici geniali e musiciste ribelli
ter::show(); ?>