Retorica e poetica
di Aristotele
curato da Marcello Zanatta

Retorica e poetica

Scritte nel IV secolo a.C., Retorica e Poe­tica – le opere che Aristotele ha dedicato all’argomentazione persuasiva e ai criteri sottesi alla produzione poetica – sono due dei trattati filosofici che hanno influenza­to maggiormente la cultura occidentale.

Tradizionalmente esclusi dall’Organon – l’insieme degli scritti logici di Aristotele – ma considerati come sue importanti ap­pendici già da molti commentatori antichi e medioevali (da Al-Ghazali a Tommaso d’Aquino, passando per Alberto Magno e Ruggero Bacone), i due testi sono stati oggetto di rinnovata attenzione negli ultimi decenni, nel momento in cui le più acute intuizioni di Aristotele sono state, di volta in volta, applicate all’analisi della comuni­cazione di massa, alla retorica politica, alla teoria del romanzo, oltre che allo studio di gran parte dei nuovi linguaggi artistici e comunicativi, come quelli adottati dal cinema e dai media.

Centrale, in entrambe le opere, è l’analisi delle passioni: ira e paura, audacia e be­nevolenza, vergogna e compassione sono fondamentali sia in quella “scienza del ve­rosimile” teorizzata – attraverso i concetti di “mimesi” e “catarsi” – nei più noti pas­saggi della Poetica, sia nell’“arte della per­suasione” insegnata dalla Retorica.

Se l’arte retorica si può definire come la ca­pacità di scoprire e applicare «ciò che è con­vincente in merito a ciascun argomento», secondo Aristotele è proprio sulle pas­sioni degli uomini che bisogna in primo luogo agire se si desidera che la “dispo­sizione d’animo” del proprio pubblico sia quella voluta. Per riprendere una celebre frase di Cicerone, fedele interprete della lezione aristotelica, la dimostrazione più grande della potenza della parola – reto­rica e poetica – è proprio questa: la capacità di muovere gli animi.


Filosofo greco (Stagira 384-83 a. C. – Calcide 322 a. C.).
Fu uno dei più grandi pensatori dell’antichità e di tutti i tempi. Nato da una famiglia di medici, si forma nell’Accademia platonica;in seguito intraprende dei viaggi durante i quali insegna in numerose città; tra il 343 e il 342 si occupa dell’educazione di Alessandro Magno; tornato ad Atene fonda la sua scuola, il Liceo.
Ha affrontato studi di metafisica, fisica, biologia, politica, logica e retorica creando una vera eenciclopedia del sapere.
Tra le opere pervenute Il Grillo o Sulla retoricaSulle IdeeSul BeneSull’animaIl ProtrepticoDe philosophiaOrganon.

è ordinario di Storia della filosofia antica presso l’Università della Calabria, dove tiene anche corsi di Storia della retorica classica. Specialista di Aristotele, ha curato l’edizione italiana di molte sue opere ed è autore di due monografie e oltre trenta saggi su questo pensatore. Si è occupato anche dello stoicismo antico e nuovo, nonché della retorica giudiziaria alle soglie dell’era romana.

  • Argomento Classici Greci
  • ISBN 9788851134051
  • Pubblicato nel 2015
  • brossura con alette

€ 14,00 € 11,90
Amazon Mondadori Store IBS laFeltrinelli

Hai acquistato il libro? Scarica l'e-book

e-book compreso nel prezzo

Potrebbero interessarti

un-messaggio-per-garcia
di Eva Cantarella

Ippopotami e sirene

I viaggi di Omero e di Erodoto
un-messaggio-per-garcia
di Nicola Matteucci, Alexis de Tocqueville

La rivoluzione democratica in Francia

Scritti politici
un-messaggio-per-garcia
di Giuseppe Flavio

Antichità giudaiche

2 volumi
un-messaggio-per-garcia
di Karl Marx

Il capitale

3 volumi con cofanetto
ter::show(); ?>