Desiderio e riconoscimento
di Georg Wilhelm Friedrich Hegel

Desiderio e riconoscimento

Nel 1817 Friedrich Hegel scrive nella Filosofia dello spirito: «l’autocoscienza è, innanzitutto, desiderio». Quest’opera, qui proposta al lettore attraverso alcuni estratti, descrive infatti come dal desiderio, eminentemente intersoggettivo, scatti il riconoscimento che porta all’autocoscienza di sé. Che sia soltanto bisogno o vero e proprio anelito umano e umanizzante, è proprio a partire da qui che è possibile strutturare un’idea dell’emancipazione personale realistica e veritiera: dal desiderio di riconoscimento che ci caratterizza tutti.


Potrebbero interessarti

un-messaggio-per-garcia
di Sue Prideaux

Io sono dinamite

Vita di Friedrich Nietzsche
un-messaggio-per-garcia
di Diego Fusaro

La notte del mondo

Marx, Heidegger e il tecnocapitalismo
un-messaggio-per-garcia
di Francis Fukuyama

Identità

La ricerca della dignità e i nuovi populismi
un-messaggio-per-garcia
di Marco Belpoliti, Giovanni De Luna, Nicola Gardini, Nadia Fusini, Fabrizio Gifuni, Francesca Rigotti

Rompere le regole

Creatività e cambiamento
un-messaggio-per-garcia
di Corrado Del Bò, Filippo Santoni de Sio

La partita perfetta

Filosofia del calcio
ter::show(); ?>