All'’ombra della Guerra fredda
curato da Davide Artico, Brunello Mantelli

All'’ombra della Guerra fredda

Conflitti materiali e simbolici nell'Europa dal 1945 ai primi anni Cinquanta

L’’immagine dell’’immediato secondo dopoguerra che prevale nella storiografia e nell’’opinione pubblica è legato al dissolversi rapido dell’’alleanza antifascista, alla divisione dell’’Europa in due blocchi l’’un contro l’’altro armati e facenti ciascuno riferimento ad una delle due superpotenze (USA e URSS) tra cui si instaurerà la “guerra fredda”, destinata a venir meno solo con il dissolversi, nel 1989, di uno dei poli antinomici e caratterizzata dal carattere prevalente– mente ideologico (socialismo “reale” autoritario contro economia di mercato prevalentemente democraticoliberale) della contrapposizione. Il tempo, oltre un sessantennio, che ci separa da quei giorni ci permette tuttavia di gettare uno sguardo più articolato sugli eventi ed i processi che lo caratterizzarono. Prendendo in particolare in esame Stati come Finlandia, Lituania, Polonia e Romania, facenti parte tutti di quella regione dell’’Europa centro-orientale che si estende dal Baltico al Mar Nero e fu ad un tempo confine e cerniera tra i blocchi, vengono qui presentati, attraverso studi di specialisti, temi chiave quali il mantenimento e la rifondazione dell’identità nazionale; la lotta armata contro la sovietizzazione postbellica; gli spostamenti forzati di popolazione civile; gli effetti delle epidemie diffuse in seguito a deportazioni e massicce presenze di contingenti militari e la loro successiva gestione tanto sanitaria quanto politica; la sublimazione dei conflitti a sfondo nazionale attraverso lo sport, nell’ottica di contribuire a una comprensione più ricca e articolata delle tensioni reali che attraversarono il periodo e che potrebbero, inaspettate, oggi riaffacciarsi.


Davide Artico, è docente di Lingua e cultura italiane presso l’Ateneo breslaviense. Tra le sue opere il volume Terre riconquistate. Degermanizzazione e polonizzazione della bassa Slesia dopo la Seconda guerra mondiale (2006); varie curatele e numerosi saggi pubblicati in Italia ed in Polonia.

Brunello Mantelli è professore associato di Storia dell’Europa presso l’Università di Torino. Per i nostri tipi ha scritto Da Ottone di Sassonia ad Angela Merkel. Società, istituzioni, poteri nello spazio germanofono dall’anno Mille a oggi (2006).

  • Argomento Storia
  • ISBN 9798802083452
  • Pubblicato nel 2010
  • Pagine 208

€ 18,00
Mondadori Store IBS laFeltrinelli

Potrebbero interessarti

un-messaggio-per-garcia
di Giovanni De Luna, Aldo Agosti

Juventus. Storia di una passione italiana

Dalle origini ai giorni nostri
un-messaggio-per-garcia
di Alberto Saibene

Il paese più bello del mondo

Il FAI e la sfida per un’Italia migliore
un-messaggio-per-garcia
di Errico Buonanno

Sarà vero

Falsi, sospetti e bufale che hanno fatto la storia
ter::show(); ?>