La vita addosso
di Gabriele Muccino, Gabriele Niola

La vita addosso

Io, il cinema e tutto il resto. Un’autobiografia

«Will Smith lanciò un ultimatum alla casa di produzione: voleva fare il film con me. Intanto io ero ripartito per girare uno spot con Mike Bongiorno e Fiorello. Nell’ambiente si diceva che Mike portasse bene. Mentre ero nel camper con lui mi chiamò la mia agente urlando: “TI HANNO PRESOOOOOO!!!!!”. E io: “MIKE MI HANNO PRESOOO!!! FACCIO IL FILM AMERICANO!!!”. La mia avventura a Hollywood è iniziata così. Era vero che Mike portava bene.»

Gabriele Muccino è piombato sul cinema italiano come un fulmine: L’ultimo bacio è il grande film generazionale italiano del duemila e quel modo di girare, popolare e pop, sentimentale e furioso, mescola da subito enormi capacità tecniche e un istinto perfetto nell’intercettare temi e storie in cui il grande pubblico può finalmente riconoscersi.Proprio quel film gli apre le porte di Hollywood, quando riceve la proposta di un entusiasta Will Smith, che lo vuole con lui per La ricerca della fe­licità. Muccino diventa così uno dei pochissimi re­gisti al mondo ad avere una doppia carriera, negli USA e in patria, alternando film con Russell Crowe e grandi racconti corali con Stefano Accorsi, Pier­francesco Favino, Micaela Ramazzotti, Kim Rossi Stuart e Claudio Santamaria.

Per la prima volta Gabriele Muccino racconta in un libro la sua vita e la sua carriera, senza remore e senza peli sulla lingua. Un racconto biografico che sembra a sua volta un film di Muccino, tutto dina­mismo e istinti: dagli esordi poco noti in Rai (tra Ultimo minuto e Un posto al sole, di cui fu il primo regista) ai film da golden boy del cinema italiano, dai primi tentativi americani con Harvey Wein­stein (all’epoca ancora padrone di Hollywood) all’amore incondizionato di Will Smith per la sua visione e il suo stile registico.

Nel racconto di Muccino, raccolto da Gabriele Niola, si alternano i retroscena sul set e gli aned­doti divertenti con grandi star come Al Pacino, Tom Cruise, Madonna o Sean Connery, ma non mancano i momenti più dolorosi, personali e pro­fessionali. La vita addosso ci restituisce con onestà e passione le luci e le ombre di un’esistenza votata al cinema.

Gabriele Muccino, nato a Roma, debutta al ci­nema nel 1998 con Ecco fatto, seguito nel 1999 da Come te nessuno mai. L’ultimo bacio, campione di incassi e premio David di Donatello 2001 al miglior regista, è stato un trampolino di lancio internazio­nale: vince il premio del pubblico al Sundance Film Festival nel 2002 e viene annoverato da “Entertain­ment Weekly” tra le 10 pellicole dell’anno. Dopo Ricordati di me, Nastro d’Argento 2003 per la sce­neggiatura, sbarca a Hollywood dirigendo nel 2006 La ricerca della felicità, che ha valso la nomination all’Oscar a Will Smith e incassato 300 milioni di dollari nel mondo. Sempre con Will Smith in segui­to ha realizzato Sette anime. Durante il periodo ame­ricano ha diretto inoltre Quello che so sull’amore con Gerard Butler e Padri e figlie con Russell Crowe. Nel 2016 torna in Italia con L’estate addosso, cui seguono A casa tutti bene (2018) e Gli anni più belli (2020). Da A casa tutti bene ha tratto la sua prima serie tv, interamente diretta da lui e in uscita per Sky.

Gabriele Niola è giornalista e critico cinematografico freelance. Ha collaborato per le maggiori testate di cinema online e al momento è critico di “BadTaste”, “Wired” ed “Esquire”, è corrispondente dall’Italia per “Screen International” e redattore di “I 400 Calci”. Ha selezionato film per la Festa del Cinema di Roma e per il Taormina Film Fest. È docente di Giornalismo in rete presso il master di critica dell’Accademia d’arte drammatica Silvio D’Amico.


€ 9,99
DeA Planeta Libri Amazon Kobo iBooks Apple Mondadori Store IBS laFeltrinelli

Hai acquistato il libro? Scarica l'e-book

e-book compreso nel prezzo

Potrebbero interessarti

un-messaggio-per-garcia
di Giovanni De Luna

Cinema Italia

I film che hanno fatto gli italiani
un-messaggio-per-garcia
di Eric Lax

Woody Allen dall'inizio alla fine

Un anno sul set con un grande regista
un-messaggio-per-garcia
di Andrew Roberts

Churchill

La biografia
un-messaggio-per-garcia
di Giannalberto Bendazzi

Animazione

Una storia globale
un-messaggio-per-garcia
di Umberto Veronesi

Tre sere alla settimana

300 film, 12 anni di passione cinematografica
ter::show(); ?>