Jihadisti italiani
di Fabio Tonacci, Giuliano Foschini

Jihadisti italiani

Le storie, le intercettazioni, i documenti segreti dell’ISIS in Italia

Cosa spinge i figli dell’Occidente ad arruolarsi in un esercito di odio? Come si diventa jihadisti in Italia? Un’inchiesta unica, fatta di documenti inediti, chat private, messaggi, email e pagine di diario. Un viaggio mai fatto prima nel territorio oscuro in cui nasce il terrorismo islamico made in Italy.

Giuliano, ventenne genovese partito per combattere in Siria sull’onda di una conversione all’Islam tanto radicale quanto difficile da capire, persino per i suoi genitori. Maria Giulia, la cosiddetta “Lady Jihad”, decisa a sposare un guerrigliero senza averlo mai visto prima per potersi trasferire dall’hinterland di Milano al paradisiaco Stato Islamico. Mido, vissuto in Italia quasi tutta la vita, che si fa ospitare da una famiglia torinese e intanto amministra chat di propaganda jihadista. Alfredo, pugliese che consegna pasti alle mense scolastiche di Turi e viene fermato per paura che possa usare il suo camion per un attacco terroristico.

Chi sono i jihadisti italiani? Cosa pensano, da dove vengono, come è possibile che vivano in mezzo a noi e nutrano i loro sogni di Islam radicale e feroce? Grazie all’azione preventiva delle nostre forze dell’ordine, in Italia non si è mai verificato un attentato come quelli che hanno terrorizzato le grandi capitali europee: intercettazioni telefoniche, indagini sui social network, una fitta rete informativa che non ha lasciato passare, fino ad ora, nessun terrorista tra le sue maglie – una rete di cui il grande pubblico non sa nulla, ma che in questi anni ha raccolto testimonianze, materiali, documenti che consentono oggi di seguire le loro vicende con grande dettaglio.

Per la prima volta Giuliano Foschini e Fabio Tonacci, inchiestisti di “Repubblica”, portano alla luce queste storie in tutta la loro complessità, fatta di particolari sconosciuti, emozioni fino a oggi inaccessibili, decisioni radicali e a volte tragiche. E attraverso la sconvolgente forza dei racconti in presa diretta, delle pagine di diario, delle vive voci al telefono, viene alla luce, passo dopo passo, il terribile percorso che alcuni italiani hanno compiuto fino in fondo, fino a diventare jihadisti.


Fabio Tonacci, inviato di “Repubblica”, dal 2008 si occupa di cronaca e inchieste. Con Michele Bocci ha scritto La Mangiatoia (Mondadori 2013) e, con Karim Franceschi, Il combattente (Rizzoli 2016).

Giuliano Foschini, inviato di “Repubblica”, ha scritto Quindici passi (Fandango 2009), Lo Zingaro e lo scarafaggio (con Marco Mensurati, Mondadori 2012) e ha curato Il contrario della paura (Mondadori 2016) del procuratore antimafia Franco Roberti.


€ 16,00
Acquista su Amazon

Potrebbero interessarti

un-messaggio-per-garcia
di Eduardo Mendoza

Che cosa succede in Catalogna

Un grande scrittore contro il pregiudizio, l'indifferenza e l'incomprensione
un-messaggio-per-garcia
di Adriano Favole

Vie di fuga

Otto passi per uscire dalla propria cultura
un-messaggio-per-garcia
di Agnese Codignola

Lsd

Da Albert Hofmann a Steve Jobs, da Timothy Leary a Robin Carhart-Harris: storia di una sostanza stupefacente
un-messaggio-per-garcia
di Gabriele Nissim

Il bene possibile

Essere giusti nel proprio tempo
un-messaggio-per-garcia
di Edoardo Albinati, Stefano Allovio, Jean-Loup Amselle, John Eskenazi, Vittorio Lingiardi, Paola Mastrocola, Marta Mosca, Adriano Favole

La cultura ci rende umani

Movimenti, diversità e scambi
ter::show(); ?>