Piacere e dolore
di John Locke

Piacere e dolore

Nel suo Saggio sull’intelletto umano, il filosofo inglese John Locke così descrive il concetto di libertà: «la libertà consiste nel potere di agire o astenersi dall’azione, e in questo soltanto». E se le passioni sono come uragani che ci travolgono, un disagio e una sete che muovono le nostre azioni, tutto sta nel sapere sfuggirgli: utilizzando la ragione per capire qual sia il bene maggiore a cui possiamo e dobbiamo rivolgerci. In Locke la fede nella ragione non viene mai meno: neanche quando ci si inoltra in territori spinosi come quello dell’emotività umana.


Potrebbero interessarti

un-messaggio-per-garcia
di Francis Fukuyama

Identità

La ricerca della dignità e i nuovi populismi
un-messaggio-per-garcia
di Marco Belpoliti, Giovanni De Luna, Nicola Gardini, Nadia Fusini, Fabrizio Gifuni, Francesca Rigotti

Rompere le regole

Creatività e cambiamento
un-messaggio-per-garcia
di Corrado Del Bò, Filippo Santoni de Sio

La partita perfetta

Filosofia del calcio
un-messaggio-per-garcia
di Andrea Carandini

Antinomia ben temperata

Scavi nell'io e nel noi. 142 riflessioni su emozioni e ragione
un-messaggio-per-garcia
di Giordano Bruno

De gli eroici furori

ter::show(); ?>