La dotta ignoranza
di Niccolò Cusano

La dotta ignoranza

La dotta ignoranza, scritta nel 1440, è l’opera principale di Nicola Cusano. Il trattato, composto da tre libri, si occupa di Dio e dell’universo, con Cristo come punto di congiunzione fra i due. La “dotta ignoranza” è l’unica posizione che l’uomo può occupare di fronte all’infinità divina: quella di chi intravede una possibilità di conoscenza che tuttavia va al di là delle proprie capacità di comprensione. Dotto è quindi l’uomo che “sa di non sapere”, come Socrate insegna, e conosce la portata dei propri limiti. L’opera è oggi riedita in veste digitale, per la cura di Graziella Federici-Vescovini, e corredata di note ipertestuali.


Potrebbero interessarti

un-messaggio-per-garcia
di Francis Fukuyama

Identità

La ricerca della dignità e i nuovi populismi
un-messaggio-per-garcia
di Marco Belpoliti, Giovanni De Luna, Nicola Gardini, Nadia Fusini, Fabrizio Gifuni, Francesca Rigotti

Rompere le regole

Creatività e cambiamento
un-messaggio-per-garcia
di Corrado Del Bò, Filippo Santoni de Sio

La partita perfetta

Filosofia del calcio
un-messaggio-per-garcia
di Andrea Carandini

Antinomia ben temperata

Scavi nell'io e nel noi. 142 riflessioni su emozioni e ragione
un-messaggio-per-garcia
di Giordano Bruno

De gli eroici furori

ter::show(); ?>